Lo screen reader TalkBack

Talkback è sicuramente il principale lettore di schermo in ambiente android. Consente, come ogni altro lettore di schermo, di interagire con le applicazioni, sia native del telefono, se accessibili, sia di altri sviluppatori.
 Può essere usato con  varie sintesi vocali, sia pre definite del telefono, principalmente quella di Google sia installabili dal Play store, il luogo da  cui si scaricano le applicazioni. Le principali sintesi che si possono installare sono: Eloquence e Vocalizzer, con voci sia femminili, Paola Federica, sia maschili, luca. Esiste anche la voce Espeak predefinita nel lettore di schermo N. V D. A. Dominare le impostazioni del lettore di schermo è molto importante per muoversi al interno del apparato.
Da a questo punto di vista può venire in aiuto una guida interattiva che si avvia la prima volta che avviamo un telefono. La guida si compone di due parti: in una prima sezione viene descritto il contenuto teorico, cioè l’argomento di quella lezione ad esempio come cercare un icona. Nella seconda parte viene dato un esercizio su questo stesso argomento. Si consiglia, anche per imparare ad imparare da soli, di svolgere tutti gli esercizzi previsti nella guida. La guida consentirà di procedere negli esercizzi solo qualora quelli  precedenti siano stati fatti correttamente.

In questo articolo scorriamo le impostazioni di Talkback. Il lettore si trova generalmente nella sezione: accessibilità del telefono. Talora può trovarsi anche nella sezione: servizzi. Eseguita la guida si consiglia almeno inizialmente di non cambiare i parametri impostati come predefiniti che sono settati sul massimo livello di assistenza possibile. Gradualmente, progredendo nel uso l’utente sarà in grado di personalizzarli, a seconda delle sue esiggenze. Il sistema Android prevede una grande possibilità di scelta da questo punto di vista. Orientandoi il telefono con la porta di caricamento rivolta verso i l petto, in alto troviamo il pulsante: impostazioni che ci consente di accedere a questi parametri. Le impostazioni sono divise in alcuni titoli che riguardano l’oggetto dell’impostazione e sono situati in alto. I titoli non sono cliccabili, mentre lo sono le singole impostazioni presenti.I titoli si riconoscono perch* sono preceduti dalla parola intestazione. La prima intestazione è: voce.Nel pannello: impostazione di sintesi vocale possiamo mutare: la lingua, predefinita come quella di sistema nel nostro caso italiano, la velocità di riproduzione tramite un dispositivo di scorrimen to con percentuale variabile,il tono più acuto o più gravee. Il pulsante: ripristina riporta il valore a quello settato primadel  ultima modifica. Il successivo pannello: livello di dettaglio, si compone di caselle di controllo, cioè di interruttori che possono essere attivi o non attivi.gli interruttori principali sono: leggi informazioni su elenchi e griglie, se attivo dice in quale elemento ci troviamo rispetto ad un elenco, di quanti elementi sia composto questo elenco, quanti elementi siano attualmente visualizzati a schermo;leggi il tipo di elemento, legge di quale elemento si tratta pulsante, voce di un elenco ecc, leggi lettere fonetiche, legge i caratteri con lettere derivanti dal alfabeto fonetico come Alfa Bravo ecc. Seguono altre caselle meno importanti. Usciamo da questo pannello e torniamo a quello principale delle impostazioni. Il pannello scuoti per attivare la lettura continua ci consente tramite scuotimenti del telefono di varia forza di attivare la lettura continua di un testo dal cursore o dal inizio, fino alla fine. La casella di controllo: usa sensore di prossimità consente di bloccare la voce del telefono quando si mette la mano aperta avvolgendo tutto il sensore di prossimità presente sul apparato, Si consiglia di lasciarla attiva, imparando dove sia il sensore per non attivare il blocco della voce per errore. L’interruttore per leggere le parole chiave ha due possibilità parole chiave sempre lette, parole chiave lette solo se si indossano le cuffie. Proseguendo lo scorrimento troviamo un butamento di pannello. Passiamo infatti dai ritorni Feedback sonori ad altri tipi di ritorni, ad esempio quelli con vibrazione. Feedback con vibrazione può essere attivo o disattivo Feedback sonoro, si riferisce a suoni di varia natura che possono essere attivati o disattivati, si consiglia almeno al inizio di lasciarlo attivo. Questi suoni identificano: l’impatto con un icona, l’impatto con una zona bianca dello schermo, l’apertura di un campo di editazione entro cui scrivere ecc.Seguono altre impostazioni meno importanti. Ci permettiamo di segnalare nel intestazione navigazione le scorciatoie  da tastiera che consentono di utilizzare il lettore di schermo con tastiera fisica esterna tramite alcune combinazioni. Sempre in questo pannello molto utile la sezione gesti che descrive i principali gesti con le relative azioni.  Sotto la scritta varie troviamo diverse impostazioni:Oscura schermo se attivo oscura lo schermo quando si è in Talkback nessuno potrà vedere ciò che facciamo. Troviamo anche: Tutorial su Talkback, la guida di cui parlavamo al inizio.La prima lezione riguarda la navigazione di base: scorrimento e navigazione negli elementi. Immediatamente sotto la lezione il pulsante: fai pratica con la lezione 1 ti consente di mettere in pratica quanto appreso. Questa struttura prosegue per tutta la guida.La lezione due riguarda lo scorrimento degli elenchi avanti e indietro. La terza riguarda i menù contestuali del lettore che si attivano con il gesto ad l. tracciando cioè una l sullo schermo. Questi menu possono essere globali o locali. Sono locali se assolvono una certa funzione in un dato contesto, sono globali se in ogni contesto svolgono sempre la medesima funzione. La quarta lezione concerne lo spostamento nel testo che può avvenire per parola, riga paragrafo, pagina a seconda della granularità prescelta La quinta lezione concerne:la modifica di un testo: come attivare una casella di modifica, come muovere il cursore, come selezionare parti di testo. Abbiamo insistito molto sulla guida perché ritenendola fatta molto bene speriamo possa aiutare ciascuna persona a imparare per proprio  conto le cose che riterrà maggiormente utili a lui.


Alessio Conti

Commenti

Post popolari in questo blog

#FlashNews, aggiornamento Watch OS 5.2, introduzione ECG in Italia

la batteria del vostro iPhone dura poco? Scoprite come aumentarne la durata!

CALIBRARE LA BATTERIA DEL VOSTRO MELAFONINO è ALLUNGARNE LA DURATA