Cerca nel sito

lunedì 6 aprile 2020

Risparmiare tempo


COME RISPARMIARE TEMPO


TUTTE LE TECNICHE PER PRESERVARE IL BENE PIù PREZIOSO DI TUTTI: IL TEMPO

L’immagine rappresenta una clessidra che sovrasta una distesa di sabbia con dei solchi a circolari, nello sfondo è presente un tramonto luminoso
È una cosa risaputa: un giorno dura precisamente 23 ore, 56 minuti e 4 secondi; ma dato che sono troppi numeri, arrotondare a 24 ore ci pare più conveniente…
Poco male; per la gran parte di noi, 4 minuti non sono vitali; ma se vi dicessi che nelle attività di tutti i giorni potreste risparmiare ore?
Ho ottenuto il vostro interesse?
Allora iniziamo a dispensare consigli preziosi per preservare la ricchezza più inestimabile: il tempo.

  • Velocità 100%

    Avete presente quegli strani esseri umanoidi che mettono la sintesi del pc, dello smartphone, dello smartwatch e del tablet al 90%, o persino al 100%?
    Bene! Ora ne conoscete uno!
    È sì; io sono uno di questi.
    Considerate ora di essere uno studente e di dover fare una ricerca dettagliata sugli Unni; in media, con voiceover impostato sul 50%, il tempo impiegato per leggere l’intero articolo di wiki è: 45 minuti, con tutte le informazioni del caso.
    Ora proviamo ad impostare la velocità del nostro lettore di schermo sulla mia velocità abituale: 95%.
    Con questa velocità il tempo per leggere l’intero articolo si riduce a 21 minuti.
    Se invece avessimo tre quartidora da impiegare nello studio, potremmo leggerci l’intera storia dell’impero ottomano, invece di limitarci alla popolazione degli Unni.
    Curiosi di sapere come ho fatto?
    Semplicissimo: quando venni in possesso del mio primo iPhone misi la velocità di voiceover su 50%; dopo alcuni mesi ho aumentato al 60%, dopo un mese al 65%, dopo mezzo mese al 70%, un’altra settimana e sbaragliamo l’80%.
    È tutta una questione d’orecchio; il nostro cervello è così intelligente da riuscire a rallentare il suono facendocelo comprendere.
    Si tratta dello stesso processo che avviene per gli occhi: si ristringono quando c’è meno luce e si dilatano quando ce né molta.
    Invece quando vi avvicinate a una cassa a tutto volume: all’inizio vi faranno male le orecchie, ma dopo poco le orecchie si abitueranno a quel forte rumore diminuendolo, anche se dopo ci mettono un po’ per risentire come prima…
    Un’altro vantaggio di questa pratica è la privacy, infatti con una velocità maggiore al 80%, le persone non abituate non capiranno niente di quello che state ascoltando, e può essere una buona pratica per mantenere cose private tali.
    In sintesi: se si velocizza la voce di voiceover o di qualsiasi altro screenreader, poco alla volta, il vostro orecchio si abituerà e risparmierete molte ore.

  • Modalità 2X

    Questo metodo è simile a quello precedente; infatti se si raddoppia la velocità di video su youtube, podcast e audiolibri, si potrà dimezzare il tempo, o raddoppiare il contenuto nel medesimo.
    Facciamo un po’ di matematica….
    A me piace guardare un video al giorno con velocità normale (in media i video su youtube durano 10 minuti), un bel giorno però mi va di provare la modalità 2x, e in questo momento accade una magia: ho risparmiato 5 preziosi minuti della mia vita.
    Certo, 5 minuti possono sembrare ben pochi, ma se invece di vedere un video al giorno, se ne vedono 10, il tempo totale, invece di essere più di un’ora e mezza, diventa meno di un’ora.
    Risparmiata quasi un’ora!, 1/16 di giornata da svegli!
    Ecco un’altro esempio: devo ascoltare un audiolibro; come “se una notte d’inverno un viaggiatore” di Italo Calvino, che potete ascoltare gratuitamente qui; ve lo consiglio!
    Comunque, questo libro è composto da circa 11 capitoli; 35 tracce da 20 minuti in media = 700 minuti = quasi 12 ore.
    Se mettiamo la velocità a 2x, il tempo diviene magicamente di 6 ore.
    Voi preferireste leggere un libro in 12 ore, o in 6?
    Anche in questo caso è importante avanzare con calma: le prime volte passate a 1.25X; quando sentite che comprendete tutto senza sforzo, aumentate a 1.5X; e avanti così finché non arrivate agli agognati 2X!
    Anche questo metodo, come quello precedentemente analizzato, è perfetto per preservare la privacy.

  • Shortcuts

    Siete in possesso di un iPad e una tastiera?
    Perfetto; sapete che questo strumento, banalizzato alla sola attività di scrivere, può essere anche usato per velocizzare le azioni su iPad, e anche su iPhone?
    Infatti le tastiere su iPad hanno molte delle combinazioni da tastiera ereditate direttamente dal fratello maggiore: il Mac.
    Premete command + spazio e vi uscirà la ricerca globale; premete command + H e tornerete alla Home.
    Ora andate su safari e premete command + R e la pagina si ricaricherà.
    Con command + tab si passa da app ad app, e se premerete command + Q si chiuderà l’app che avete selezionato con command + tab.
    La cosa interessante di questo è che non sono solo scorciatoie di sistema, ma anche le app le possono implementare; e ovviamente le app di Apple, come Pages, keynote, garage band e tutte le altre hanno comandi personalizzati.
    Per esempio in Pages, in keynote, in iMovie, in garage band, e in numbers, se premerete command + N, si creerà un nuovo progetto o documento.
    Per conoscerli tutti, tenete premuto command per qualche secondo, e vi si aprirà una finestra dove potrete sapere tutte le azioni possibili con le combinazioni di tasti; la finestra è personalizzata a seconda dell'app aperta.

  • Personalizzare VoiceOver

    Sinceramente questo è un trucchetto, che più di risparmiare tempo, vi permetterà di facilitare alcune funzioni.
    Mai provato a cercare la barra di stato su iPad?
    Personalmente io ci metto abbastanza tempo, perché i pixel occupati dagli elementi sono pochi e si trovano sul bordo.
    Invece di mandare il mio più coraggioso dito nell’ardua missione di trovare l’icona della batteria in un lasso di tempo accettabile, tappo semplicemente tre volte lo schermo.
    Come faccio? Con i comandi personalizzati di IOS e iPadOS 13.
    Devo riconoscere che Apple, con IOS 13, un poco ha pensato anche a noi; infatti ha reso voiceover molto più personalizzabile.
    Se andate in impostazioni, accessibilità, voiceover, e comandi, potrete modificare i comandi assegnati a ogni gestures; vi consiglio di perderci un po’ di tempo, perché è una cosa che può facilitare e velocizzare l’esperienza in generale.
    Per esempio si può impostare che al quadruplo tap con un dito, si apre il menù contestuale, per farmi capire quello del 3D Touch; oppure con quattro tap con due dita si possono aprire le impostazioni di voiceover; o ancora con un triplo tap con due dita si apre il tocco magico: che sarebbe una lista di elementi, che può essere utile se siete un po’ spaesati in un’applicazione; si può impostare persino che toccandolo con quattro dita due volte simula un flick verso l’alto, anche se quest’ultima scorciatoia è più un rallentamento…

Concludo questo articolo specificando che esistono anche altri modi per risparmiare tempo, ma questi sono i più vantaggiosi, più sottovalutati, e più sconosciuti; comunque suggerimenti sono sempre benaccetti, per aggiornare nel tempo questo articolo.
Spero di aver compensato il tempo sfruttato per leggere questo articolo, con il tempo che risparmierete in futuro.

Oltre l’eclisse: il primo PvP online per ciechi! Guarda qui per ulteriori info!
Alessio Antonucci, in arte iFralex

Nessun commento:

Posta un commento